Welcome to EverybodyWiki ! Sign in or sign up to improve or create : an article, a company page or a bio (yours ?)...


Users account were merged into the english everybodywiki. You must logIn again.

Bohumil Horáček

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.


Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frequentò il ginnasio a Velehrad, nel 1929 entrò nella Compagnia di Gesù, apparteneva alla Provincia polacca dei Gesuiti, nel 1939 fu ordinato Ieromonaco di rito bizantino, nel 1940 viene nominato il vicerettore al seminario dei gesuiti a Dubno. Durante la Seconda guerra mondiale esercita il ministero sacerdotale nei territori sovietici occupati dall'esercito della Germania nazista. A più riprese viene arrestato dalla Gestapo.

Nel 1946 prosegue gli studi al Pontificio Istituto Orientale di Roma. Si occupa degli emigranti russi e dal 1954 al 1961 è rettore del Collegium Russicum, concepito inizialmente come centro per la formazione di missionari cattolici per la Russia quando i contatti con gli ortodossi erano quasi inesistenti e diventato invece negli anni un importante centro d'incontro tra cattolici e ortodossi.[1] Horáček sosteneva che la religione ortodossa fosse ancora viva nonostante la propaganda antireligiosa condotta nell'Unione Sovietica comunista e metteva in evidenza una distinzione che spesso non era ancora compresa in Occidente (lo sarà soprattutto a partire dal Vaticano II): un conto era lo Stato comunista, un conto il popolo russo ortodosso.[1]

È fondatore della rivista «Notizie russe», in lingua italiana e russa, offrendo al lettore occidentale notizie precise sulla vita religiosa e culturale dell'Unione Sovietica.[1] Un ruolo che avvicina moltissimo Horáček a Romano Scalfi che porta avanti le stesse idee con Russia cristiana. Horáček pubblica anche il giornale «L'idea russa» («Russkaja ideja») e partecipa all'opera di edizione di libri in russo a Monaco di Baviera. Nel 1963 diventa perito del cardinale František Tomášek al Concilio Vaticano II.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. 1,0 1,1 1,2 Bohumil Horáček, in La Civiltà Cattolica. URL consultato il 5 settembre 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (RU) Sjestra Arhangjela. Moi vospominanija. Milano, 1990.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Tema(i) : biografie cristianesimo

Altri articoli dei temi biografie E cristianesimo : Maria (madre di Gesù)

Altri articoli del tema biografie : Amrit Beran, Dahane El Harchi, Politici italiani del XXI secolo, Giornalisti italiani del XX secolo, Indiggo, Rob Gardner, Dedi Ristori

Altri articoli del tema cristianesimo : Confessioni cristiane, Il bisogno di pensare, Maria (madre di Gesù), Chiese




Questo articolo wiki "Bohumil Horáček" è da Wikipedia