Welcome to EverybodyWiki ! Nuvola apps kgpg.png Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article like a company page or a bio (yours ?)...

Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.
Jump to navigation Jump to search
Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista
Titolo originale사회주의적생활양식에 맞게 머리단장을 하자
Anno2004

Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista[1][2][3] è il nome di una propaganda governativa nordcoreana che promulgò gli standard di toelettatura e abbigliamento fra il 2004 e il 2005.[4]

Le ideologie vennero trasmesse dalla Televisione Centrale Coreana nella capitale Pyongyang attraverso un omonimo programma televisivo e le clip di quest'ultimo sono state ritrasmesse nel canale britannico BBC One. Il programma ha affermato che la lunghezza dei capelli può influenzare l'intelligenza umana, in parte a causa della privazione del resto del corpo di nutrienti necessari per farli crescere.[1] Tuttavia, sebbene alcuni ricercatori abbiano proposto che cervello e capelli siano in competizione da un punto di vista evolutivo,[5] tagliare i capelli non ha alcuna influenza sul suo tasso di crescita.[6] Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista ha fatto parte di una lunga campagna di restrizioni del governo nordcoreano contro i tagli di capelli e le mode considerate in contrasto con i "valori socialisti".[4]

Restrizioni della moda nella Corea del Nord[modifica | modifica sorgente]

Kim Jong-il

Tali standard di abbigliamento e capelli sono stati a lungo un punto fisso della società nordcoreana. Il dittatore Kim Jong-il è divenuto noto negli anni '80 per il suo taglio di capelli che ha definito da "battaglia rapida", anche se in seguito ha scelto di portare un bouffant a lato corto seguendo l'esempio del padre.[7] Dopo che Kim successe a suo padre, alcune delle restrizioni dello Stato sulla moda occidentale furono attenuate, il che permise alle donne di farsi la permanente e agli uomini di portare dei capelli leggermente più lunghi.[8] Nonostante tali piccole concessioni, durante i primi anni della dominazione di Kim Jong-il, alcuni emblematici capi di abbigliamento della moda occidentale, quali i jeans, continuarono a essere banditi e i capelli lunghi sugli uomini poterono portare all'arresto e al taglio di capelli forzato.[7]

Secondo il quotidiano nordcoreano Rodong Sinmun, la leadership combatté una guerriglia contro iltentativo di incursione del capitalismo nella sfera dell'aspetto estetico. Insieme ai capelli lunghi, le scarpe disordinate sono state identificate come l'epitome della cultura occidentale che, per emulazione, avrebbe portato il paese alla rovina.[9]

Serie televisive[modifica | modifica sorgente]

La serie, che prende il nome di Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista, venne trasmessa nel 2004 come parte del normale programma televisivo Common Sense. Nell'autunno di quell'anno, una campagna mediatica più ampia che ha coinvolto stampa, radio e televisione[1] ha iniziato a promuovere un abbigliamento più in conformità con le idee del regime nordcoreano, dalle apparenze pulite per gli uomini incoraggiando anche acconciature corte, come il taglio militare. Ha affermato che i capelli dovrebbero essere tenuti tra 1 e 5 cm di lunghezza e suggerito agli uomini di tagliarli ogni 15 giorni. Le acconciature ufficiali del paese hanno permesso ai maschi con più di 50 anni di far crescere le loro acconciature fino a 7 cm di lunghezza per mascherare la calvizie.[4]

Una serie iniziale in cinque parti dello show presentò capigliature ufficialmente approvate, mentre una serie successiva fece un ulteriore passo avanti mostrando alcuni uomini come esempi di come non bisogna tagliare i capelli. Con ogni esempio, lo spettacolo trasmise il nome della persona e il luogo in cui vivevano (o lavoravano) tramite sottotitoli e/o voce.[1] Ad esempio, in un episodio (mostrato nel gennaio 2005) un cittadino nordcoreano di nome Ko Gwang Hyun, a cui i capelli spettinati coprivano le orecchie, è stato mostrato come un modello di ruolo negativo, con il commento fuori campo: "Non possiamo fare a meno di interrogarci sul gusto culturale di questo compagno, che è incapace di provare vergogna per il suo stile di capelli: possiamo aspettarci che un uomo con questa mente scarmigliata possa compiere bene il suo dovere?"[10]

Nella capitale nordcoreana di Pyongyang, alcuni media occidentali hanno riferito che una telecamera nascosta è stata collocata per catturare i cittadini con acconciature improprie. Questo fece parte di un programma televisivo trasmesso allo stesso tempo di Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista. I trasgressori sarebbero quindi stati intervistati dal presentatore e obbligati a spiegare le ragioni della loro scelta. Il loro nome, indirizzo e luogo di lavoro sarebbero stati annunciati per scoraggiare gli altri dall'essere imbarazzati e ostracizzati.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 (EN) Get a socialist haircut, North Korea tells men, su theguardian.com. URL consultato il 13 marzo 2018.
  2. (EN) Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista, su vice.com. URL consultato il 13 marzo 2018.
  3. (EN) IN COREA DEL NORD TUTTI GLI UOMINI SI FANNO I CAPELLI COME QUELLI DI KIM JONG UN, su giornalettismo.com. URL consultato il 13 marzo 2018.
  4. 4,0 4,1 4,2 4,3 (EN) N Korea wages war on long hair, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 13 marzo 2018.
  5. (EN) Hair for brain trade-off, a metabolic bypass for encephalization (PDF), su ncbi.nlm.nih.gov. URL consultato il 13 marzo 2018.
  6. (EN) Hair Growth Tips: Do Regular Trims Really Make It Grow Faster?, su huffingtonpost.com. URL consultato il 13 marzo 2018.
  7. 7,0 7,1 (EN) Paul French, North Korea: The Paranoid Peninsula: A Modern History, Zed, 2007, pp. 15-6.
  8. (EN) Bradley K. Martin, Under the Loving Care of the Fatherly Leader, Macmillan, 2006, p. 378.
  9. (EN) Come essere trendy in Corea del Nord, su vice.com. URL consultato il 13 marzo 2018.
  10. (EN) It's all about hair as communists wage war, su iol.co.za. URL consultato il 13 marzo 2018.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]


Tema(i) : Corea del Nord moda socialismo



Altri articoli del tema Corea del Nord : Lista di cittadini stranieri detenuti in Corea del Nord

Altri articoli del tema moda : Bethann Hardison, Esteban Martínez, Barbara Fialho, Haul video, Sharon Alario, Deeksha Seth, Ines Trocchia

Altri articoli del tema socialismo : Partito Operaio Socialdemocratico Russo, Angelica Balabanoff, Unione Generale dei Lavoratori Ebrei, Menscevismo, ÉViva - Primavera Europea "Article ?" contains a listed "?" character as part of the property label and has therefore been classified as invalid.



Questo articolo wiki "Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista" è da Wikipedia The list of its authors can be seen in its historical and/or the page Edithistory:Tagliamoci i capelli secondo lo stile di vita socialista.



Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !