Welcome to EverybodyWiki ! Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article, a company page or a bio (yours ?)...


Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !



Paolo Glisenti

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.


La pagina Template:Avviso/styles.css è priva di contenuto.


Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Attualmente ricopre l'incarico di Commissario Generale di Sezione dell’Italia per Expo 2020 Dubai con la responsabilità di pianificare e organizzare la partecipazione dell’Italia alla prossima Esposizione Universale.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a Roma, è figlio di Marcella Ceccacci e Giuseppe Glisenti (1919-2005), che è stato tra i fondatori della Democrazia Cristiana insieme a Amintore Fanfani, Giuseppe Dossetti e Giorgio La Pira oltre che direttore generale della Rai a fine anni Settanta.

Paolo Glisenti ha iniziato la sua carriera nel 1970 come giornalista pubblicista, è stato attivo nel settore dell'editoria e dell'informazione fino al 1984, occupandosi in particolare di argomenti finanziari ed economici[2]. La sua carriera da manager è iniziata nel 1984, anno in cui è diventato presidente di Montedison USA.[3]

Ha avuto un primo matrimonio con Flavia Delli Santi dalla quale ha avuto una figlia. Dopo il divorizio, si è sposato nell'estate del 2006 con l'attrice italiana Eliana Miglio dalla quale ha divorziato nel 2013.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Come giornalista ha iniziato la carriera nel 1970 all'interno dell'agenzia Ansa per poi diventare corrispondente da Londra per il Sole 24 Ore fino al 1978; in seguito è stato caporedattore delle pagine economiche del Corriere della Sera[4][5] e nel 1979 è stato insignito del premio giornalistico italiano Premiolino.[6][7] È stato quindi nominato vice presidente della Montedison USA con sede a New York per poi ricoprirne il ruolo di presidente[8] dal 1984 fino alle dimissioni, avvenute nell'estate del 1988[9].

Dal 1998 al 2000 è stato vicepresidente esecutivo di News Corp Europe, società del Gruppo Murdoch, per la quale si è occupato della fusione fra Stream TV e Telepiù che ha dato vita alla piattaforma televisiva Sky Italia Srl[10]; è stato quindi consigliere del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca scientifica per i rapporti fra il mondo della scuola e le imprese.[11]

Nel 2006 ha avuto la responsabilità della strategia elettorale per la campagna a Sindaco di Milano di Letizia Moratti[12][13], che fu vincitrice al primo turno il 29 Maggio 2006 con il 52% dei voti. Successivamente ricevette, dal neo sindaco, l'incarico di direttore delle relazioni istituzionali e politiche del Comune di Milano[14], ruolo svolto dal 2006 al 2009.

Dal 2006 al 2008 è stato segretario esecutivo del comitato di candidatura dell’Italia a Expo 2015.[15] Con il comitato di candidatura ha ideato il Tema dell'Expo 2015 Nutrire il pianeta, energia per la vita, grazie al quale l'Italia si è aggiudicata, il 31 marzo 2008, l'organizzazione della manifestazione.[16][17][18] In ragione di ciò, è stato nominato presidente del comitato di pianificazione Milano-Italia Expo 2015, per predisporne la progettazione sino alla costituzione della società Expo 2015.[19]

Dal 2009 al 2010 ha coordinato i lavori del comitato di indirizzo e coordinamento che Roma Capitale ha creato per lo sviluppo e l’elaborazione del progetto di candidatura ai Giochi olimpici e paralimpici del 2020.[20]

Nel 2011 la Città di São Paulo del Brasile lo ha incaricato di ideare e sviluppare il tema della candidatura del Brasile all’Expo 2020.[21]

Nel 2012, con PGConsultants, ha lavorato con il Consiglio Nazionale Forense, svolgendo attività di lobby e comunicazione propedeutiche alla successiva approvazione, da parte del Governo italiano, del progetto di riforma forense proposto dal Consiglio e, successivamente, nel 2017, alla organizzazione di alcuni eventi nell’ambito della Presidenza Italiana del G7.

Nel 2013 ha guidato il processo di candidatura della città di Mantova a Capitale Europea della Cultura 2019.[22]

Dal 2014 al 2015, sempre con PGConsultants, ha ideato e progettato la partecipazione del Gruppo Ferrero a EXPO Milano 2015 e da Gennaio 2016 ha operato come consulente di Ferrero per il supporto alla realizzazione degli impegni assunti con MIUR e CONI per l’introduzione nella scuola primaria dell’educazione all’attività motoria e ai corretti stili di vita sulla base del modello “Joy of Moving” sperimentato durante EXPO 2015.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il Presidente del Consiglio Romano Prodi hanno conferito a Paolo Glisenti l’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana per i servizi resi al Paese in occasione dell’assegnazione di EXPO 2015 a Milano.[23]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Glisenti e Roberto Pesenti, Persuasori e Persuasi. I mass media negli Usa degli anni '90, prefazione di Furio Colombo, Laterza, 1990 ISBN 884203646
  • Europa. Avviso ai naviganti: comunicare e capirsi ai tempi della Moneta Unica, Marietti, 1998 ISBN 8821163768
  • La fine dello stato padrone, Rai ERI Rizzoli, Milano, 2000 ISBN 8817864234 [24]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. L'Italia a Expo 2020 Dubai
  2. Paolo Glisenti Rai Eri
  3. (EN) Robert J. Cole, Hercules to Sell Himont Stake, in The New York Times, 12 settembre 1987. URL consultato il 03 marzo 2018.
  4. L'ex giornalista che blocca l'Expo, suo malgrado
  5. Paolo Glisenti profile, su prabook.com.
  6. Premiolino, edizione del 1979
  7. Storia del premio giornalistico italiano Premiolino in formato PDF
  8. LA MONTEDISON ISCRIVE ALL' AMERICAN STOCK EXCHANGE LA AUSIMONT COMPO N - la Repubblica.it, in Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 03 marzo 2018.
  9. Paolo Glisenti si dimette dalla Montedison USA
  10. News Corp Europe: Glisenti vicepresidente, Morselli a finanza
  11. Struttura Miur: il Ministro definisce collaboratori e consiglieri
  12. Moratti richiama il fidato consigliere Glisenti
  13. Glisenti affianca la Moratti: Macché miracolo, basta lavorare sodo
  14. Consulenti pubblici, L'elenco dei compensi. Ecco tutti i nomi e le cifre
  15. Franco Stefanoni, Le mani su Milano: Gli oligarchi del cemento da Ligresti all'Expo, Gius.Laterza & Figli Spa, 13 maggio 2014, ISBN 9788858113134. URL consultato il 03 marzo 2018.
  16. La delegazione Bie incontra la "squadra Italia"
  17. Expo 2015, Milano: "Nessuno ci fermerà. Anche Al Gore è con noi"
  18. Expo, subito i manager e i progetti
  19. Expo 2015, è stata costituita la Soge
  20. Stati Generali di Roma Capitale, illustrati i programmi
  21. Prefeitura de São Paulo prepara candidatura para sediar Expo 2020
  22. Jovanotti colonna sonora per Mantova candidata a Capitale europea della cultura, su milano.corriere.it.
  23. Onorificenza della Repubblica Italiana, su quirinale.it.
  24. La fine dello stato padrone di Paolo Glisenti


Tema(i) : giornalismo economia

Altri articoli dei temi giornalismo E economia : Fabrizio Piscopo

Altri articoli del tema giornalismo : Carlo Stagnaro, Giuseppe Maria Pisani (giornalista), Agostino Pantano, Claudia Mazzola, Intervista in ginocchio, Giuseppe De Bellis, Ugo Bellocchi

Altri articoli del tema economia : Previdenza sociale, Elisabetta Ripa, Macroeconomia aziendale, Carlo Ottolenghi, Motorparts, Made in Spain, Microeconomia aziendale




Questo articolo wiki "Paolo Glisenti" è da Wikipedia