Welcome to EverybodyWiki ! Nuvola apps kgpg.png Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article like a company page or a bio (yours ?)...

Muzi Epifani

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.
Jump to navigation Jump to search


Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Biografia[modifica]

Epifani con Ernesto De Martino (ca. 1956)

Studiò Lettere e Filosofia alle Università di Heidelberg e di Roma “La Sapienza”, dove si laureò in Filosofia estetica con Emilio Garroni.[1] Fu particolarmente influenzata dall'ermeneutica di Hans-Georg Gadamer e dalle ricerche antropologiche di Ernesto de Martino, con cui collaborò nelle sue missioni in Lucania e nel Salento.[2] Tra i suoi compagni di studi all'Università di Roma ci furono Alex Duran (cui dedicò il suo romanzo Pazzi & creature), Gabriele Giannantoni, Enzo Siciliano e Franco Voltaggio.

Fu una delle prime autrici italiane ad interessarsi alla scrittura femminile insieme a Natalia Ginzburg, Luce d'Eramo, Dacia Maraini, Biancamaria Frabotta, Gabriella Sobrino e Angiola Sacripante.

Collaborò a varie testate giornalistiche, tra le quali l'Unità, l'Avanti!, Paese Sera. Fu convinta ambientalista e tenne sul quotidiano Il Globo, diretto da Antonio Ghirelli, una pionieristica rubrica sulla difesa del paesaggio e dell'ambiente italiano intitolata Articolo 9, con riferimento alla Costituzione della Repubblica Italiana ("La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione").[3].

Partecipò a diversi programmi radiotelevisivi, tra i quali il Terzo Programma Radio con Giulio Cattaneo e la rubrica TV Boomerang di Giulio Macchi. Dal 1976 fu giornalista della RAI, seguendo per il GR1 (Giornale Radio 1) diretto da Sergio Zavoli teatro, spettacoli e letteratura.

Con la commedia La fuga, vinse il Premio Teatro Giovane nel 1976.[4] In questa sarcastica opera, la Epifani intrecciava una vicenda personale con il dibattito politico dell'epoca sulla legge sulla interruzione volontaria di gravidanza. L'autrice denunciava l'ipocrisia italiana che consentiva l'aborto in privato e allo stesso tempo lo condannava in pubblico. Ripubblicata nel 2015,[5] l'opera è stata presentata alla Casa delle letterature di Roma il 29 maggio 2015 da Cristina Comencini, Biancamaria Frabotta, Lucianna Di Lello, Celestino Spada e Franco Voltaggio, con letture di Piera Degli Esposti.[6]

Il pensiero femminista che si rintraccia nella sua lirica fu contraddistinto da un elogio della differenza piuttosto che della uniformità.[7]

Vita familiare[modifica]

Muzi Epifani ha avuto quattro figli insieme all'architetto Franco Archibugi: lo scrittore e poeta Luca, la regista Francesca, la librettista Albertina e lo studioso di economia e politica Daniele Archibugi[8]

La presenza dei figli nella sua vita è ricordata dalla poetessa Gabriella Sobrino: “Muzi era sempre attorniata dai suoi bambini”[9]. La Sobrino racconta di come lavoravano insieme a notte fonda, “quando finalmente riuscivamo a mettere a letto i bambini che ci giravano attorno festosi come cuccioli nei loro pigiamini colorati”[10].

Opere[modifica]

Narrativa e poesia:

  • Muzi Epifani, Cloto. Poesia,[11] Antonio Lalli editore, Poggibonsi, 1976.
  • Muzi Epifani, “Infanzia di una casalinga emancipata”, Prospetti, anno XII, n. 48, dicembre 1977.
  • Muzi Epifani, Pazzi & creature, Rebellato, Venezia, 1982.
  • Muzi Epifani, “L'adulterio. (Il lato comico)”, Nuovi Argomenti, n. 16, ottobre-dicembre 1985.

Per il teatro:

  • Muzi Epifani, La fuga, Roma, 1976, ripubblicata da La Mongolfiera Editrice e Spettacoli, con prefazione di Cristina Comencini, 2015, ISBN 978-88-96254-99-8.
  • Muzi Epifani e Francesca Pansa, Di madre in madre, Teatro della Maddalena, Roma, 1979.[12]
  • Muzi Epifani e Gabriella Sobrino, Flou, Roma.
  • Muzi Epifani e Gabriella Sobrino, Contrada lunare, Roma.

Traduzioni:

Note[modifica]

  1. La sua tesi di laurea era intitolata Etica, estetica e poetica in Marcel Proust, Sapienza Universitò di Roma, 1965.
  2. Clara Gallini e Francesco Faeta (a cura di), I viaggi nel Sud di Ernesto De Martino Torino, Bollati Boringhieri, 1999, p. 17.
  3. Mario Pirani, Poteva andare peggio. Mezzo secolo di ragionevoli illusioni, Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 2010.
  4. Giuria presieduta da Melo Freni.
  5. Nuova edizione diLa fuga di Muzi Epifani, La Repubblica, 29 maggio 2015, La pagina Modulo:Chiarimento/styles.css è priva di contenuto.La fuga[collegamento interrotto] prefazione di Cristina Comencini, La Mongolfiera Editrice e Spettacoli.
  6. Cfr. LA FUGA DI MUZI EPIFANI. RAI RADIO3 / RADIOTRE SUITE Archiviato il 6 marzo 2016 in Internet Archive., Intervista ad Albertina Archibugi, con contributi di Piera Degli Esposti e Cristina Comencini, Roma, 7 giugno 2015.
  7. Cecilia D'Elia, La fuga, quaranta anni fa, Femministerie, 6 giugno 2015.
  8. In ricordo di Muzi Epifani La Repubblica, 12 febbraio 2014.
  9. “Il Premio Viareggio? La mia vita” Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive., Intervista a Gabriella Sobrino di Paola Bolaffio, Il refuso, 21 settembre 2008.
  10. “Custode del Viareggio”, Il cantone, 1º maggio 2008
  11. Cloto, la più giovane delle tre Moire, era la tessitrice.
  12. Muzi Epifani, Di madre in madre, Effe, Aprile 1978.

Altri progetti[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]


Tema(i) : biografie letteratura

Altri articoli dei temi biografie E letteratura : Yousef Wakkas, Piero Gallo, Oliviero Malaspina, Sabina Marchesi, Amrit Beran, Paolo De Faveri, Maksim Gor'kij

Altri articoli del tema biografie : Joseph Zhu Baoyu, Dominik Kotarski, Massimo Lauro, Sindaci di Nocera Inferiore, Patrick Mameli, Tun Held, Dario Zucca

Altri articoli del tema letteratura : Flavio Vanetti, Un'aringa in paradiso, Letteratura russa, Saint Seiya Taizen, Opere letterarie di autori russi, L'amico giusto, Alfa & Omega editore "Article ?" contains a listed "?" character as part of the property label and has therefore been classified as invalid.



Questo articolo wiki "Muzi Epifani" è da Wikipedia The list of its authors can be seen in its historical and/or the page Edithistory:Muzi Epifani.



Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !