Welcome to EverybodyWiki ! Nuvola apps kgpg.png Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article like a company page or a bio (yours ?)...

Melencolia Estatica

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.
Jump to navigation Jump to search


Melencolia Estatica
Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).
Paese d'origineItalia Italia
GenereBlack metal[1][2][3]
Depressive black metal[4]
Periodo di attività musicale2004 – in attività
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

I Melencolia Estatica sono un gruppo depressive black metal italiano, formatosi a Udine nel 2004.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

I Melencolia Estatica nascono ufficialmente nel 2004. Stando ad una intervista rilasciata al sito Deadtide.com [5], l'idea del progetto si sviluppa alcuni anni prima, nel 2002[6], ad opera della chitarrista/bassista Melencolia (già conosciuta per la sua attività nel gruppo Absentia Lunae sotto lo pseudonimo di Climaxia), la quale tuttavia per molto tempo non è stata in grado di concretizzare il progetto a causa degli impegni con altre band.

Il nome del gruppo trae origine dalla dottrina medica greca, basata sulla cosiddetta teoria umorale, secondo la quale nell'organismo sarebbero presenti quattro umori (bile nera, bile gialla, sangue, flegma). Si credeva che un eccesso di bile nera provocasse la "melencolia", una condizione che, giunta al suo culmine, sarebbe stata in grado di condurre ad uno stato di estasi[5].

Nel 2006 vede la luce il primo album, autointitolato, mentre risale al 2008 il secondo album Letum. Entrambi i dischi sono distribuiti dalla Aeternitas Tenebrarum Music Foundation.

Tematiche[modifica | modifica sorgente]

Sulla pagina a loro dedicata sul sito della Aeternitas Tenebrarum Music Foundation [7] si legge che Melencolia Estatica è un progetto basato "sull'estetica della solitudine, intesa come grigia percezione della realtà" - il concept di base sarebbe quindi quello dell'isolamento, emotivo e fisico [6]. Importante è la componente emozionale da cui la musica sgorga: Melencolia parla di concetti "legati alle mie sensazioni personali" e afferma di cercare di "tradurre in musica i miei stati emotivi" [5]; in una intervista dichiara: "qualsiasi mia esperienza è la molla che mi spinge a creare"[6]. Tuttavia questa componente personale, pur essendo la sorgente creativa della composizione, è trasposta in musica solo dopo la rielaborazione attraverso la riflessione e la meditazione:

«L’eccesso di emozioni, soprattutto se negative, per me è spesso motivo di riflessione, sia che provengano da situazioni personali, da luoghi, da suoni o da immagini, e mi risulta naturale trasporre sensazioni e pensieri astratti in forme artistiche che reputo appartenermi.»

(Melencolia)

Per quanto riguarda il primo album, queste dichiarazioni sono tra i pochi indizi espliciti che permettono di intuire le tematiche su cui si basa il concept, dal momento che sul booklet non vengono riportati i testi delle canzoni (molto importante è tuttavia l'artwork[6]): viene solamente citato un celebre passo di Seneca, dal capitolo 6 del De Providentia.

(LA)

«Si pugnare non vultis, licet fugere. Ideo ex omnibus rebus quas esse vobis necessarias volui nihil feci facilius quam mori. Prono animam loco posui. Adtendite modo et videbitis longas in exitu vobis quam intrantibus moras posui; alioqui magnum in vos regnum fortuna tenuisset, si homo tam tarde moreretur quam nascitur. Omne tempus, omnis vos locus doceat quam facile sit renuntiare naturae et munus illi suum impingere; inter ipsa altaria et sollemnes sacrificantium ritus, dum optatur vita, mortem condiscite.»

(IT)

«Se non volete lottare, è lecito fuggire. Perciò fra tutte le cose che ho voluto per voi inevitabili nulla ho reso più facile che morire. Ho posto la vita su un piano inclinato. Basta poco e vedrete che ho posto meno ostacoli alla vostra uscita dalla vita che all'ingresso; giacché troppo grande sarebbe su di voi il potere della sorte se per morire occorresse tanto tempo quanto quello che ci vuole per nascere. Ogni momento, ogni luogo vi insegni come sia facile ricusare la natura e gettarle in faccia il suo dono; fra gli stessi altari e le solenni cerimonie sacrificali, mentre si auspica la vita, imparate la morte.»

Questo breve ma significativo estratto sembrerebbe lasciar intuire che tra i temi trattati vi sia anche quello del suicidio, o comunque della morte. Anche a causa di questa convinzione (fondata o meno), i Melencolia Estatica vengono etichettati come gruppo depressive black metal da diverse community online che si occupano di musica - non tutti però condividono tale collocazione, in quanto, a differenza della gran parte dei gruppi la cui appartenenza a questo sottogenere è pacifica, lo stile dei Melencolia Estatica è piuttosto aggressivo, pur lasciando spazio a rallentamenti e passaggi più malinconici e introspettivi.

Si conoscono invece i testi del secondo album, in italiano, che risultano criptici ed elaborati; le tematiche affrontate sembrano essere, a tratti, anche di stampo filosofico. In Letum, oltre ai concetti dell'isolamento e della solitudine, viene sviluppata anche la questione del trapasso, come viene spiegato da Melencolia in una intervista:[8]

«Con quest'ultimo lavoro ho voluto approfondire una tematica per cui ho avuto sempre una grossa curiosità: il "trapasso", non visto sotto la classica forma della "morte", ma proprio come una situazione indefinita di limbo continuo senza una fine certa e chiara, una situazione non nitida piena di incertezza, non vincolata da un tema troppo abusato come quello dello spiritismo descritto da Kardec. Quello che ho voluto esprimere io è una situazione di stasi perenne, conseguenza appunto di un’amara consapevolezza.»

(Melencolia)

Stile musicale[modifica | modifica sorgente]

Il black metal dei Melencolia Estatica sotto molti aspetti non si discosta in maniera significativa dai canoni del genere: il cantato è in scream, la chitarra è per lo più distorta, e nelle canzoni si fa un esteso utilizzo del cosiddetto tremolo picking e della doppia cassa per quanto riguarda la batteria. Inusuale è invece il peso del basso nell'economia delle composizioni: il suono riesce a risultare comunque freddo e tagliente, ma anche compatto e consistente. I riff sono abbastanza melodici da conferire alle canzoni una impronta malinconica; tuttavia, il ritmo generalmente aggressivo trasmette parallelamente una certa fierezza e un vigore che contraddistinguono la produzione dei Melencolia Estatica. Caratteristici sono anche i rallentamenti che si avvicendano durante le canzoni, di solito per introdurre arpeggi delicati e morbidi.

La durante delle singole canzoni è, in media, di 8-9 minuti.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

I Melencolia Estatica vengono spesso presentati come un progetto solista di Melencolia; tuttavia sulla pagina Myspace del gruppo si legge:

(EN)

«Melencolia Estatica is a sombre entity gathered by undisclosed individuals. Contributors are Melencolia a.k.a. Climaxia (Absentia Lunae) on a regular basis on guitars and bass, other musicians had and may appear behind the names of Solitudo and Askesis but there won't be any interest in letting people know who this ones are.»

(IT)

«Melencolia Estatica è una tetra entità creata dall'adunanza di individui la cui identità è occulta. Partecipano al progetto Melencolia, a.k.a. Climaxia (Absentia Lunae), dedicata stabilmente a chitarra e basso, mentre altri musicisti sono apparsi e potranno apparire dietro i nomi di Solitudo ed Askesis, ma non ci sarà alcun interesse nel far conoscere alle persone chi siano costoro.»

In altre parole, non si tratterebbe di una vera e propria one-man band, termine che designa gruppi musicali in cui un unico individuo suona tutti gli strumenti (eventualmente sfruttuando session musician per i live), ma di una band vera e propria in cui l'unico membro stabile è Melencolia.

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex-membri[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Album studio[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. http://www.spirit-of-metal.com/groupe-groupe-Melencolia_Estatica-l-en.html
  2. Iced Tears - Musica Metal - Melencolia Estatica Archiviato l'11 giugno 2010 in Internet Archive.
  3. (EN) Melencolia Estatica, Encyclopaedia Metallum.
  4. Copia archiviata, su burstzine.com. URL consultato il 20 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2013).
  5. 5,0 5,1 5,2 Deadtide.com : Interview with Melencolia Estatica, su deadtide.com. URL consultato il 5 luglio 2009 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2008).
  6. 6,0 6,1 6,2 6,3 Blackterrormetal.com - Content
  7. Copia archiviata, su atmf.net. URL consultato il 5 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2009).
  8. Blackterrormetal.com - Content

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Tema(i) : metal



Altri articoli del tema metal : Methedras, I Declare War (gruppo musicale), Kataxu, General Surgery, Soulgate's Dawn, Tsunami Edizioni, Dawn Under Eclipse "Article ?" contains a listed "?" character as part of the property label and has therefore been classified as invalid.



Questo articolo wiki "Melencolia Estatica" è da Wikipedia The list of its authors can be seen in its historical and/or the page Edithistory:Melencolia Estatica.



Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !