Welcome to EverybodyWiki ! Sign in or sign up to improve or create : an article, a company page or a bio (yours ?)...


Users account were merged into the english everybodywiki. You must logIn again.

Ludwig Lohner

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.


Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ludwig Lohner nasce a Liesing, località ai confini di Vienna, nell'allora Impero austriaco, figlio dell'imprenditore Jakob Lohner noto per la sua azienda di produzione di carrozze[1], la Jacob Lohner & Comp.

Dopo la giovinezza ed i primi studi (nel frattempo si era costituito Impero austro-ungarico), nel 1875 si iscrive alla facoltà di ingegneria dell'Università tecnica di Vienna laureandosi nel 1880. Nel 1887 il padre decide di ritirarsi lasciando a Ludwig l'incarico di gestire l'azienda di famiglia che alla sua morte, sopraggiunta nel 1892, gli lascia in eredità la più importante azienda di carrozze trainate da cavalli di tutto l'Impero austro-ungarico, la cui rinomata produzione era principalmente rivolta al mercato estero.

Il nascente interesse verso l'automobile lo convince ad investire nel nuovo mezzo di trasporto scegliendo tuttavia di orientarsi per la propulsione delle sue autovetture verso il motore elettrico in quanto ritenne allora che il motore a scoppio alimentato a benzina non avesse sufficienti requisiti.

Grazie alla collaborazione con Ferdinand Porsche, nel 1899 sviluppò la Lohner-Porsche, vettura caratterizzata dall'inserimento del motore direttamente sul mozzo delle ruote e che presentata all'Expo 1900 di Parigi riscosse notevole interesse[1]. L'anno seguente la collaborazione si rinnova dando origine a un mezzo mosso da trazione mista benzina-elettrico[2][3][4][5][6].

Un Rumpler-Taube "A.54." (variante dell'Etrich Taube) al decollo dall'aeroporto di Colonia-Longerich (1913-14).

Nel 1906 Lohner decise di vendere i suoi brevetti alla Österreichische Daimler Motoren Gesellschaft, azienda con sede a Wiener Neustadt. Lo stesso anno, Ferdinand Porsche venne nominato Direttore Tecnico presso la Österreichische Daimler, dove progettò un'auto con la quale vince una gara di durata per vetture turismo; con la sua automobile riuscì a raggiungere i 140 km/h, velocità notevole all'epoca, grazie anche alla particolare aerodinamica affusolata. Lohner si dedicò di più al disegno delle carrozzerie, ma costruì anche veicoli completi. Così è stato sviluppato l'O-bus (tipo Lohner-Stoll). Nel 1917 Ferdinand Porsche venne nominato Direttore Generale della Österreichische-Daimler. Durante tale periodo, denso di progressi tecnici anche per via delle vicende belliche della prima guerra mondiale, Ferdinand Porsche progettò tra l'altro anche motori per aeroplani e trattori industriali.

Nel 1909, Lohner spostò i propri interessi verso l'aeronautica, costruendo inizialmente alianti e nel 1910 producendo, sui piani del suo direttore di fabbrica Floridsdorfer Karl Paulal e con l'ingegnere Igo Etrich un aereo biplano equipaggiato con un motore Anzani da 40 cavalli. Dato il successo di questo velivolo, il Comando dell'esercito gli ordinò 36 velivoli del tipo Etrich Taube (in tedesco, Taube è la colomba); il Taube venne poi prodotto su licenza da varie ditte tedesche ed austriache in numerose varianti. In seguito, Lohner costruì un biplano, il Lohner Pfeilflieger, che poteva essere usato sia come aereo che come idrovolante. I motori arrivavano fino a 350 CV ed il biplano vinse numerose competizioni, stabilendo diversi record mondiali di altitudine[1].

Modello di un Lohner-Pfeilfliegers tipo B.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. 1,0 1,1 1,2 Neue Deutsche Biographie
  2. Robert Italia e Bob Italia, Great Auto Makers and Their Cars, The Oliver Press, Inc., 1993, pp. 64–68.
  3. Picture of the Week: 1903 Lohner-Porsche Mixte, in origin.porsche.com, Porsche Cars Great Britain Ltd, 17 agosto 2011.
  4. Picture of the week: Lohner-Porsche Electric Voiturette, in origin.porsche.com, Porsche Cars Great Britain Ltd, 12 ottobre 2010.
  5. Hybrid drive at Daimler AG (RTF), in media.daimler.com, Daimler, 1907 - The first hybrid from Daimler: The Mercedes Mixte. (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2015).
  6. Gijs Mom, The electric vehicle: technology and expectations in the automobile age (Geschiedenis van de Auto van Morgen), Johns Hopkins University Press, 2004 [1997], pp. 22–24.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Viktor Schützenhofer, Lohner, Ludwig, in Neue Deutsche Biographie (NDB), Band 15, Berlin, Duncker & Humblot, 1987, ISBN 3-428-00196-6.
  • (DE) Seper, Lohner, Ludwig (PDF), in Österreichisches Biographisches Lexikon 1815–1950 (ÖBL), Band 5, Wien, Verlag der Österreichischen Akademie der Wissenschaften, 1972, p. 299.

Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Tema(i) : Aviazione Biografie Trasporti



Altri articoli del tema Aviazione : Aeronautica militare italiana, Armi contraeree, Aviazione italiana, Aviazione francese, Piloti dell'Aeronautica Militare, Ingegneria aerospaziale, Piloti militari

Altri articoli del tema Biografie : Alessandro Dagnino, Hodgy Beats, Barbara Kornfeld, Conduttori televisivi di Italia 1 degli anni 2010, Cristiano Mozzati, Conduttori televisivi di Rai 1, John Gourley

Altri articoli del tema Trasporti : Trasporti in Italia per regione, Case automobilistiche




Questo articolo wiki "Ludwig Lohner" è da Wikipedia