Welcome to EverybodyWiki ! Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article, a company page or a bio (yours ?)...


Khaled Habib

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.



La pagina Template:Avviso/styles.css è priva di contenuto.

La pagina Template:Avviso/styles.css è priva di contenuto.

Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Habib compone e realizza un genere di musica che è sia tradizionale che moderno. Ha sviluppato un mix musicale personale in cui unisce differenti stili musicali così come musiche da tutto il mondo ed ha creato uno stile eccitante ed unico nel suo genere, contemporaneamente innovativo e travolgente. La sua musica può essere descritta come influenzata da funk, jazz, raggae, blues, soul, ritmi latini e folk music proveniente da varie parti del mondo. Lo stesso si applica al mix di strumenti di varia natura da tamburi tradizionali a paesaggi sonori elettronici.

Il fatto che il suo stile abbia origini dalla musica algerina mescolata a una varietà di direzioni musicali differenti deriva in parte dal fatto che ha scritto musica e fatto parte di vari gruppi musicali provenienti da diversi background etnici, come i Down By Law italiani, i New Phases sudafricani, gli Aquarius francesi, gli Hada Raïna svedesi, e altri.

Ha inoltre partecipato ai più importanti festival europei come il Falun Folkmusik Festival, il Roskilde Festival, l'ArtGenda Festival, lo Stockholm Water Festival, il Re:Orient Festival, il Folk o Folk Festival, il Verlden i Norden Festival, il 550 Fatih Istanbul Festival e molti altri.

Il campo artistico di Khaled Habib si estente ad altri domini di performing art e direzione cinematografica, così come alla composizione musicale per film e spettacoli teatrali, come per La Celestina realizzata per il Swedish Royal Dramatic Theater con la direzione di Robert Lepage (1998), o i film Nattbok di Carl Henrik Svenstedt, Vingar av glas e Cappricciosa di Reza Bagher, Huvudrollen di Leyla Assaf-Tangroth. Foursan Al Hoggar di Kamal Laham. Da suoni orchestrali selvaggi e sfacciati a tratti malinconici subliminali e trame cangianti, la musica per film di Habib è contemporanea con paesaggi sonori emozionali che potenziano l'opera audiovisiva aderendo ad una personalità musicale consistente.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Slaves of Freedom, (Hada Raina) 1998
  • Celestina, 2000
  • Khaled Habib Live, 2003
  • The painted voice, Film-music 2004
  • Nostalgia, 2004
  • La Casbah De Brel (Live) 2006
  • Ultima Jam, 2007

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • http://www.khaled-habib.com
  • khaledhabib
  • (EN) [Modulo:Wikidata:435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value) Modulo:Wikidata:670: attempt to index field 'wikibase' (a nil value)[[Categoria:Voci con errori del modulo Wikidata]]], su Internet Movie Database, IMDb.com. Wikilink compreso nell'URL del titolo (aiuto)Errore Lua in Modulo:Modifica_su_Wikidata alla linea 39: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Tema(i) : biografie



Altri articoli del tema biografie : Persone legate a Dortmund, Enrico Zanarini, Henry Aruna, Dennis Wilcock, Léon Kalenga Badikebele, Conduttori televisivi, Franco Lattes




Questo articolo wiki "Khaled Habib" è da Wikipedia