Welcome to EverybodyWiki ! Nuvola apps kgpg.png Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article like a company page or a bio (yours ?)...

Jack Radcliffe

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.
Jump to navigation Jump to search


Jack Radcliffe
Jack Radcliffe.jpg
Dati biografici
Nome di nascitaFrank Martini
Data di nascita7 maggio 1960 (59 anni)
Luogo di nascitaNew York
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
Dati fisici
Altezza188 cm
Peso109 kg
Etniacaucasico
Occhiverdi
Capellimarroni
Lunghezza del pene17,5 cm
Dati professionali
Film girati11
Modulo:Wikidata:443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value)

Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Primi anni[modifica | modifica sorgente]

Radcliffe è nato a Staten Island a New York nel 1960. È cresciuto con i genitori, una sorella ed un fratello minore. Studiò negli istituti scolastici del suo quartiere, prima di frequentare l'Università di Buffalo, dove conseguì due lauree brevi in matematica e fisica.[1][2] Fece coming out nel 1983 e l'estate di quell'anno si trasferì a Denver.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Radcliffe fu "scoperto" nel 1989 dal fotografo Chris Nelson,[3] che lo ritrasse (con lo pseudonimo "Jack Radcliff") nel suo volume The Bear Cult, che contribuì a stabilire l'immaginario associato alla nascente subcultura bear (ursina) che «idealizza uomini massicci, irsuti e barbuti in contrasto con l'enfasi sui corpi giovanili e slanciati propria della cultura gay.[4] Debuttò nel numero 9 della rivista Bear Magazine, curata Richard Bulger - partner di Nelson - e pubblicata dalla compagnia Brush Creek Media; continuò ad apparirvi come modello anche dopo essersi trasferito a San Francisco nel 1989.[1] Durante la stessa seduta fotografica, Radcliffe girò anche il suo primo video pornografico in solitaria. Anche la scelta dello pseudonimo volle sottintendere un certo distacco dalla pornografia maschile di quegli anni.[1]

A San Francisco, Radcliffe lavorò sia come barista presso il Lone Star Saloon, locale rivolto a clienti omosessuali che contribuì alla formazione della comunità ursina,[5] sia come modello per la Brush Creek Media, divenendo una figura popolare nella crescente comunità ursina.[1]

Alcuni anni dopo, Nelson e Bulger proposero a Radcliffe di partecipare a film pornografici di genere gay per la Brush Creek Media.[1] Radcliffe accettò, comparendo in sette film per adulti. Successivamente ha partecipato ad altre lavorazioni con Butch Bear e Massive Studio. Successivamente si è ritirato dalla recitazione in film per adulti.

Negli anni novanta e primi duemila, Radcliffe ha lavorato come direttore finanziario per una compagnia di consulenza informatica.[6][1] Successivamente ha svolto la professione di agente immobiliare.[2]

Eredità ed impatto culturale[modifica | modifica sorgente]

Radcliffe è spesso citato come una delle rappresentazioni iconiche più durature (se non la più duratura[1][7]) dell'estetica bear nella pornografica, nella cultura gay e più in generale.[6][8][9][10][11][12] È stato descritto come «la Marilyn Monroe della cultura bear»,[13] un «ragazzo copertina della cultura bear» e un'«icona bear in carica».[6] Nonostante ciò, Radcliffe ha minimizzato il suo ruolo nella cultura bear.[6][1][13]

Nella storia di Bear Magazine, Radcliffe è stato il modello di copertina più significativo.[14] Jack Fritscher, precedentemente caporedattore della rivista Drummer, nella prefazione di The Bear Book II: Further Readings in the History and Evolution of a Gay Male Subculture (2001) di Les K. Wright, indica Radcliffe come il modello di maggior guadagno per la Brush Creek Media e lo indica come un'icona per la compagnia.[3] Wright stesso lo indica come colui che ha impersonato l'estetica della "bellezza bear" nelle sue pellicole specificamente orientate alla cultura bear.[15] D'altra parte, Radcliffe è stato anche identificato come un esempio di una nuova estetica nella cultura bear, contribuendo a formare l'immaginario dell'uomo muscoloso in contrapposizione con l'aspetto "normale", "medio" o "grassottello" che l'aveva caratterizzata in precedenza.[13][16]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

  • Original bear 3 - Uncut Footage (1989)
  • Classic bear (1996)
  • Bear sex party (1996)
  • Bear palm spring vacation (1997)
  • Leather bears at play (1997)
  • Big bear trucking co. 1 (1999)
  • Big bear trucking co. 2 (2000)
  • Hard mechanics (2003)
  • Erotic spotlight series 1 (2005)
  • Erotic spotlight series 3 (2006)
  • Massive muscle bears (2008)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 1,7 1,8 R. J. Suresha, pp. 173–181, 2009.
  2. 2,0 2,1 Frank Martini, LinkedIn Profile, LinkedIn. URL consultato l'8 novembre 2017.
  3. 3,0 3,1 L. K. Wright, pp. xxiii-lxii, 2001.
  4. «idealize larger, hirsute, and bearded men in reaction to general gay male culture’s emphasis on youthful, slender bodies»

    (P. B. McGrady, Cap. 1, 2012.)
  5. R. J. Suresha, pp. 97–109, 2009.
  6. 6,0 6,1 6,2 6,3 Elizabeth Fernandez, Whole lotta huggin' goin' on at "bear' fest, San Francisco Chronicle, 14 febbraio 1999. URL consultato l'8 novembre 2017.
  7. Ariel Alan, Comunidad de osos en Costa Rica, Looping Media, 28 dicembre 2008. URL consultato il 5 novembre 2017.
  8. Carles Gámez, Ellas los prefieren peludos, El País, 23 aprile 2013. URL consultato il 5 novembre 2017.
  9. Japhy Grant, Meet The Bear Icons. Grrrrr., GayCities, 8 aprile 2009. URL consultato il 5 novembre 2017.
  10. (EN) Ray Kampf, Chapter 1: Emergence from the Woods, in The Bear Handbook: A Comprehensive Guide for Those Who Are Husky, Hairy and Homosexual, and Those Who Love 'Em, Binghamton, NY, Harrington Park Press, 2000 [2000], pp. 26, ISBN 978-1-56023-997-0.
  11. Jeff Mann, Bear Culture 101 (no prerequisite), in The Gay & Lesbian Review Worldwide, 87, September–October 2010, Subcultures of Gaydom, 1º settembre 2010. URL consultato il 7 novembre 2017.
  12. Irineu Ramos, Macho sim senhor, in Calameo, May–June 2013, pp. 59–63. URL consultato il 6 novembre 2017.
  13. 13,0 13,1 13,2 (EN) Erick Alvarez, Chapter 10: The Muscle Bear, in Muscle Boys: Gay Gym Culture, 1st, Binghamton, NY, Routledge, 2008 [2008], p. 214, ISBN 978-1-56023-404-3.
  14. Finding Frank Martini, Jack Radcliffe, in Bear Magazine, September 2008.
  15. Little Prince(ss), El oso de la revolución está hibernando, Página/12, 15 aprile 2011. URL consultato il 5 novembre 2017.
  16. P. B. McGrady, Cap. 3, 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Patrick Blaine McGrady, Chapter One: Introduction, in Sexuality and Larger Bodies: Gay Men's Experience of and Resistance Against Weight and Sexual Orientation Stigma (Tesi di dottorato), Università statale della Florida, 2012. URL consultato il 7 novembre 2017.
  • (EN) Ron Jackson Suresha, Chapter 18: What Makes A Bear Porn Legend? An interview with Jack Radcliffe, in Bears on Bears: Interviews and Discussions, New London, CT, Bear Bones Books, 2009 [2002], pp. 173–181, ISBN 978-1-59021-244-8.
  • (EN) Les K. Wright, The Bear Book II: Further Readings in the History and Evolution of a Gay Male Subculture, Haworth Gay & Lesbian Studies, Binghamton, NY, Routledge, 2001, ISBN 978-1-56023-165-3.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).


Tema(i) : biografie cinema LGBT pornografia

Altri articoli dei temi biografie E cinema : Alina Nedelea, Antonio Fulfaro, Enzo Gerio, Angelo Minoli, Erin Kellyman, Dario Di Mella, Anna Fallarino

Altri articoli dei temi cinema E LGBT : Joey Yale, Salt & Pepper Boys, Blade Thompson, Tober Brandt, Adam Wilde, Aleš Hanák, Bola (film)

Altri articoli dei temi biografie E LGBT : Aleš Hanák, Tober Brandt, Alessandro Fullin, Alessio Romero, Francesca Gregorini, Ralph Woods, Steve Hurley (attore pornografico)

Altri articoli del tema biografie : Raoul Bellanova, Tristan Jaxx, Sebastián Yatra, Michele Bertagna, Max Croes, Osvaldo Piraccini, Péter Pan (soldato)

Altri articoli del tema cinema : Clara Ristori, Vincent Van Gogh - Der Weg nach Courrières, Goya, una vida apasionada, Said Naciri, Andrea Samà, Agidi, Marcy G. Kaplan

Altri articoli del tema LGBT : Screwed (film 2017), Parker Williams, LGBT, Carlo Siligato, Francesca Gregorini, Aleš Hanák, Adriano Marquez

Altri articoli del tema pornografia : Holly Halston, Kayla Kleevage, Laura Hermansen, Lexi Lapetina, Aimee Sweet, David Rockmore, The Autobiography of a Flea




Questo articolo wiki "Jack Radcliffe" è da Wikipedia The list of its authors can be seen in its historical and/or the page Edithistory:Jack Radcliffe.


Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !