Welcome to EverybodyWiki ! Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article, a company page or a bio (yours ?)...


Impresa Tecnoeditoriale Lombarda

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.



La pagina Template:Avviso/styles.css è priva di contenuto.


L'Impresa Tecnoeditoriale Lombarda (ITL Libri) è la casa editrice di riferimento dell'Arcidiocesi di Milano, per tutte le pubblicazioni relative alla vita pastorale.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sua fondazione risale all'immediato dopoguerra e si deve all'iniziativa di Monsignor Giuseppe Bicchierai. Nell'aprile del 1946, trascorsi gli anni turbolenti della Repubblica Sociale di Salò, il giornale milanese «L'Italia» - fondato a suo tempo dal cardinale Andrea Carlo Ferrari (1912) - viene ridato alle stampe, dopo una serie di annate irregolari provocate dalla strenua linea antifascista della redazione. Chiamato a presiedere il Consiglio d'Amministrazione del quotidiano, Monsignor Bicchierai dispone l'apertura di una casa editrice apposita, quella degli Impianti Tipografici Lombardi, la cui ragione sociale sarebbe poi mutata in Impresa Tecnoeditoriale Lombarda. Dalle ceneri della testata milanese, nel 1968, sarebbe nato «Avvenire», risultato dall'accorpamento tra lo storico giornale cattolico e il quotidiano bolognese «L'Avvenire d'Italia».

Al momento attuale, ITL si presenta come grande "aggregatore". L'impresa, infatti, opera attraverso tre marchi: Centro Ambrosiano, Editrice in Dialogo e Istituto di Propaganda Libraria.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Centro ambrosiano è la sigla cui fanno capo le pubblicazioni ufficiali della Diocesi di Milano. La partnership prende l'avvio negli anni ’70 e le pubblicazioni sono di vario ordine: dal piano pastorale alle lettere dell’Arcivescovo, fino alle linee guida dei servizi e degli istituti diocesani. Si tratta di opere legate alla vita pastorale affiancate da collane che toccano diverse corde: spiritualità, ecumenismo, catechesi, vita familiare, comunicazione, politica, mondo del lavoro. In diversi casi, le opere edite sotto questo marchio sono state tradotte in altre lingue.

Editrice in Dialogo apre i battenti nel 1979, come sigla associata alle pubblicazioni dell'Azione Cattolica milanese. Lo scopo, all'epoca dei fatti, era quello di disporre dei sussidi al servizio di una Chiesa in fase di ridefinizione, costretta dai nuovi tempi e dalle nuove istanze a riconsiderare a fondo la propria identità. I testi che afferiscono a questo marchio hanno uno scopo educativo.

L'Istituto di Propaganda Libraria offre un catalogo di nicchia, con studi e approfondimenti culturali destinati a platee più ristrette. Attivo sin dal 1934.[3] Nel 2015, in seno a questa sigla, è stata varata la collana LE PIUME, che si compone di saggi, testimonianze e percorsi biografici di respiro cristiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. http://www.itl-libri.com/chi-siamo/
  2. http://www.rebeccalibri.it/editori/itl/
  3. Editori a Milano (1900-1945). Repertorio, Patrizia Caccia (a cura di), FrancoAngeli, Milano 2013, p. 256

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito della casa editrice
Questo articolo wiki "Impresa Tecnoeditoriale Lombarda" è da Wikipedia