Welcome to EverybodyWiki ! Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article, a company page or a bio (yours ?)...


Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !



I.R.A. Records

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.



I.R.A. Records
Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).
StatoItalia Italia
ISINModulo:Wikidata:435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value)
Fondazione1984
Fondata daAlberto Pirelli, Anne Marie Parrocell
Sede principaleModulo:Wikidata:435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value)
SettoreMusicale
ProdottiNew Wave
Sito webModulo:Wikidata:435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value)
Articoli dello stesso tema

Altri articoli della categoria Azienda : Frabo, Sòphia High Tech, Gruppo Hager, Banca del Valdarno Credito Cooperativo, Gruppo LNT

Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

La I.R.A. Records, acronimo di Immortal Record Alliance, è una etichetta indipendente fondata in Italia nel 1984 dal produttore Alberto Pirelli, insieme alla moglie Anne Marie Parrocel. Assieme alla Italian Records, è spesso considerata una delle etichette che aprirono una nuova impostazione sul rock alternativo, presa poi a modello dalle case discografiche indipendenti successive[1].

Storia della I.R.A. Records[modifica | modifica wikitesto]

La nascita della I.R.A. Records e le prime produzioni[modifica | modifica wikitesto]

La I.R.A. Records fu fondata a Firenze da Alberto Pirelli e dalla moglie Anne Marie Parrocel nel 1984. Inizialmente Pirelli non aveva scelto l'acronimo I.R.A. per il significato in seguito stabilito, ma alludendo all'Irish Republican Army, esercito Irlandese di volontari votato all'indipendenza dall'Inghilterra.

La prima pubblicazione dell'etichetta fu una compilazione dal titolo Catalogue Issue che presentava da subito alcune delle band che poi diventarono l'emblema della casa discografica: Litfiba, Moda, Diaframma ed Underground Life. E fu fin da questa prima pubblicazione che Pirelli coniò lo slogan "nuova musica italiana cantata in Italiano", dando consistenza all'impegno delle 4 band proposte sull'utilizzo della lingua italiana nella musica alternativa del nostro paese, contro l'anglofila e l'alglofonia dominante di quegli anni[2]. E proprio questo slogan fu poi ripreso dalla critica per indicare una categoria musicale autonoma all'interno del panorama nostrano, che orgogliosamente rivendicava l'utilizzo e la validità della lingua italiana nella musica rock[3]. Fu poi sempre del 1984 la pubblicazione del primo album dei Diaframma dal titolo Siberia, che consacrerà la band come uno dei nomi di punta della post-punk/new wave italiana[2].

La I.R.A. Records negli anni della "nuova ondata"[modifica | modifica wikitesto]

Tra le tante produzioni, si ricordano in particolare quelle del primo periodo new wave (anni ottanta) dei gruppi musicali Litfiba e Diaframma.

Nel 1987 la I.R.A. pubblicò il primo 12" degli Avion Travel dal titolo "Sorpassando"[4]

Nonostante sia sempre rimasta indipendente, una parte del catalogo è stata ceduta su licenza alla CGD nel 1989.

Gli anni '90 e la I.R.A. D.C.[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni 90 I.R.A. Records lancia l'operazione I.R.A. D.C.[5] e produce, tra il 1995 e il 1996, 4 gruppi esordienti di nome N.N., Interno 17, Sukren Pudre e O.N.G.

Alcune band e musicisti della I.R.A. Records[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Luca De Gennaro, Planet rock: L'ultima rivoluzione, Roma, Lit edizioni, 2016.
  2. 2,0 2,1 Livia Satriano, 2012
  3. Cesare Rizzi, 1993
  4. Gianfranco Salvatore, Avion Travel, Firenze, Giunti, 1999, ISBN 88-09-21703-9.
  5. Federico Guglielmi - A denti stretti. La vera storia dei Litfiba - 2000 - Giunti Editore - pagina 126/127

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Rizzi (a cura di), Enciclopedia del rock italiano, Milano, Arcana, 1993, ISBN 8879660225. pg. 523
  • Livia Satriano, No Wave. Contorsionismi e sperimentazioni dal CBGB al Tenax, Fano, Crac edizioni, 2012, ISBN 978-88-97389-04-0. pg. 182-183

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Produzioni dell'I.R.A. Records, su rateyourmusic.com. URL consultato il 12 maggio 2011.


Tema(i) : rock



Altri articoli del tema rock : Promises I Can't Keep, Keith (gruppo musicale), Randy Gregg, Crystal Blue, Amici di Roland, Little John Guelfi, Gunash




Questo articolo wiki "I.R.A. Records" è da Wikipedia