Welcome to EverybodyWiki ! Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article, a company page or a bio (yours ?)...


Giuseppe Bambina

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.


Giuseppe Bambina (Alcamo, 20 novembre 1905 – Alcamo, 8 marzo 1994) è stato uno scultore e insegnante italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sebastiano Bagolino(busto in gesso)

Nasce ad Alcamo il 20 novembre 1905 da Antonino e da Giuseppa Falconiere: fin da piccolo collabora per mantenere la famiglia numerosa, facendo diversi lavori. Giuseppe è appassionato per la scultura: la notte modella delle figure umane con la creta; a volte fa anche dei disegni sui muri delle case col carboncino.

Nel 1920 crea un bassorilievo che rappresenta Marte, dio della guerra, e nel 1923 il busto di Raffaele Caravaglios, allora direttore del Premiato Complesso Bandistico; per realizzare quest’ultima opera fa degli schizzi del Maestro mentre è al seguito della Banda. Dal 1924 svolge il servizio militare a Gaeta, distinguendosi soprattutto per la buona condotta, più tardi (nel 1939) viene richiamato ‘’per istruzione’’ a Novara e quindi congedato.


Nel 1930 si iscrive alla Accademia di Belle Arti di Palermo: fra i suoi docenti ci sono l'architetto Ernesto Basile, lo scultore Antonio Ugo e Archimede Campini, abilissimo disegnatore; grazie alle sue attitudini, gli viene assegnata da parte del Comune una borsa di studio annua di 5.000 lire (poi ridotta a 3.000), che divide con la propria famiglia.

Nel 1936 ottiene il diploma di scultura, ricevendo come premio, da parte del re Vittorio Emmanuele III, un biglietto ferroviario valido un mese per tutta la rete nazionale, con il quale l’artista può visitare le più grandi città e le loro opere. Dopo essere tornato ad Alcamo, apre insieme al fratello un laboratorio nei locali dell'ex Chiesa di Santa Maria della Stella, (vicino il Ritiro).

Negli anni Quaranta insegna disegno nelle scuole medie; si sposa nel 1948 con Giovanna Mistretta e due anni dopo si trasferisce a Castellammare del Golfo, ritornando ad Alcamo cinque anni dopo. Dagli anni '50 in poi è costretto a diminuire notevolmente l'attività artistica a causa dell'avanzata cecità dovuta al distacco della retina; nel 1968 ottiene in comodato d'uso dal Comune, un'aula presso le scuole elementari del Ex collegio dei Gesuiti. In seguito, però deve abbandonare l'attività.

Muore l'8 marzo 1994 ad Alcamo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

sant'Ignazio di Loyola, rifatto da Giuseppe Bambina
Busto marmoreo di Paolo Faraci
  • 1920 Marte, dio della guerra (bozzetto in gesso)
  • 1923 Raffaele Caravaglios, busto in gesso custodito nella Biblioteca comunale di Alcamo
  • 1929 Bimbo dormiente, distrutto nell'insurrezione alcamese del 1944
  • 1930 Giuseppe Mirabella (poeta), busto in gesso nella Biblioteca comunale di Alcamo
  • 1931 statue di sant’Ignazio di Loyola, san Francesco Saverio e della Madonna dei Miracoli (in sostituzione delle precedenti danneggiate a causa dei vandali e degli agenti atmosferici.
  • 1931 Bacco ed Ercole (statue in gesso), realizzate come studi per l’Accademia
  • 1933 Maestro Benedetto Morasca (Palermo), busto in gesso
  • 1934 Cav. Vincenzo Virgilio, busto marmoreo presso la sede centrale della banca Don Rizzo di Alcamo
  • 1934 Sebastiano Bagolino, busto del poeta alcamese inaugurato il 26 agosto dello stesso anno
  • 1936 Salvatore Migliorino (avvocato di Palermo), busto in gesso
  • 1936 Nudo: bozzetto in creta presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo
  • 1937 Padre Giacomo Cusmano, busto marmoreo all'interno dell'istituto Casa delle fanciulle di Palermo
  • 1938 Bozzetto del monumento al poeta Ciullo d'Alcamo, irrealizzato, esposto nell’atrio del palazzo comunale. Esso doveva essere collocato in Piazza Mercato e rivolto verso la Piazza Ciullo.
  • 1938 Nicolò Di Leo (imprenditore), busto in gesso
  • 1938 Paolo e Concetta Faraci, busto marmorei presso il cimitero di Alcamo
  • 1942 Andrea Genna (preside), a Trapani
  • 1942 Cav.Domenico Piacentino, a Trapani
  • 1942 Comm. Pucci, a Trapani
  • 1945 Minerva, busto in gesso, andato distrutto
  • 1952 Giovanni Pascoli, busto in gesso che si trova presso la scuola media Pascoli di Castellammare del Golfo
  • 1960: busti marmorei di Stefano e Giuseppe Triolo (già realizzati in gesso nel 1936), commissionati dall'Amministrazione Comunale del tempo
  • 1963 Girolamo Caruso, busto in gesso nella Biblioteca comunale di Alcamo
  • 1973 Giuseppe Messana (poeta), busto in gesso nella Biblioteca comunale di Alcamo
  • 1973 Onorevole Bernardo Mattarella, busto in gesso nell'Istituto Tecnico Girolamo Caruso ad Alcamo

???? Sacro Cuore di Gesù, collocazione sconosciuta

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Cataldo: Lo scultore alcamese Giuseppe Bambina; Alcamo, Graficamente, 2014

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Tema(i) : Biografie Scultura Istruzione

Altri articoli dei temi Biografie E Scultura : Antonio Zuluaga, Luigina Paolini

Altri articoli dei temi Biografie E Istruzione : Erminio Paoletta

Altri articoli del tema Biografie : Fabio Pigliapoco, Cristina Arnone, Silvano Pagliuca, Domenico Rotella, Persone per attività, Annabella Calabrese, Conduttori televisivi per canale

Altri articoli del tema Scultura : Antonio Zuluaga, Luigina Paolini

Altri articoli del tema Istruzione : Erminio Paoletta, Istruzione per città