Welcome to EverybodyWiki ! Sign in or sign up to improve or create : an article, a company page or a bio (yours ?)...


Users account were merged into the english everybodywiki. You must logIn again.

Giovanni Gorno Tempini

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.


Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 435: attempt to index field 'wikibase' (a nil value). È presidente di Fondazione Fiera Milano dal settembre 2016,[1] siede nel Consiglio di amministrazione di Intesa SanPaolo, Avio, Willis Tower Watson, Università LUISS [2] e di FIRC (Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro). È consulente per l’Italia del fondo di private equity Permira e del fondo Partners,[3] dal giugno 2017 è nella Giunta di Assonime[4]. Insegna alla Bocconi di Milano e alla Cà Foscari di Venezia.[5]

Da maggio 2010 a luglio 2015 ha ricoperto l'incarico di amministratore delegato della Cassa depositi e prestiti (CDP)[6] diventando anche presidente del Fondo Strategico Italiano, controllato dalla stessa CDP,[7] e amministratore delegato di CDP Reti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi diplomato presso il liceo ginnasio “Arnaldo” di Brescia, si trasferisce a Milano dove si laurea nel 1987 in economia e commercio presso l'Università commerciale Luigi Bocconi di Milano con una tesi su “La gestione della banca sul mercato monetario e finanziario”. Presta il servizio militare nell'Arma dei Carabinieri come ufficiale, inizia quindi a lavorare in JP Morgan nel settore nel settore dei global markets. Dal 1992 al 2001 opera con diversi incarichi direttivi presso JP Morgan a Milano e Londra.[8]

Nel 2001 entra nel Gruppo Intesa Sanpaolo, ricoprendo fino al 2015 i ruoli di responsabile dell’attività di investment banking e di amministratore delegato e direttore generale di Banca Caboto[9] (ora Banca IMI) e dal 2006 al 2007 responsabile della finanza e tesoreria del gruppo Banca Intesa (ora Intesa Sanpaolo S.p.A.).[8]

Dal novembre 2007 al maggio 2010 è direttore generale e consigliere d'amministrazione del gruppo Mittel,[8] la boutique finanziaria bresciana voluta ancora negli anni Ottanta da Giovanni Bazoli, ricoprendo anche la carica di vicepresidente di Sorin, di presidente di Hopa e di consigliere nel Consiglio di gestione di A2A. Nel 2008 rileva alla guida della Mittel una società specializzata in finanza etica, la Capital Partners, ad un prezzo piuttosto alto (50 milioni tra contanti e azioni Mittel) e quindi suscitando qualche malumore.[8]

Mel maggio 2010 il ministro delle finanze Giulio Tremonti lo vuole alla guida della Cassa Depositi e Prestiti con Franco Bassanini alla presidenza e con 420 miliardi di attivo, tre volte l'Iri. Per dimensioni la CDP è, in rapporto al Pil del paese, tra le maggiori banche d'investimento d'Europa. Quindi i suoi investimenti, principalmente nella infrastrutture, devono essere a lungo termine. Entra nel mondo delle telecomunicazioni rilevando Metraweb, poi acquisita da Open Fiber, con la strategia di accelerare l'investimento nel digitale del paese e di evitare anche duplicazioni; avvia così il dialogo con Telecom che non porta però a risultati concreti. Partecipa anche ad una cordata in gara per aggiudicarsi l'Ilva contro quella messa in campo da Arcelor che poi vincerà. Si rifiuta invece di entrare in Alitalia che, secondo lui, non aveva le caratteristiche per essere oggetto di un investimento. Dirà: "L'Alitalia è una società in perdita e la CDP non ha risorse infinite".[10]

Nel 2016 è nominato al posto di Benito Benedini presidente di Fondazione Fiera Milano in una fase critica della Fiera (controllata al 63% dalla Fondazione) con una indagine della Procura milanese e un parziale commissariamento della Fiera, revocato poi nel settembre 2017. Dal 2016 Fiera Milano, la più importante delle rassegne fieristiche italiane, ha quintuplicato il valore in Borsa, è tornata all'utile e ha triplicato il margine sui ricavi. Fondazione vi ha investito una trentina di milioni per la sicurezza delle infrastrutture, il digitale e l'acquisizione e automazione di parcheggi con un piano industriale che prevede 100 milioni di investimenti sino al 2022 grazie ai finanziamenti della Bei e di un pool di banche.[11] Fondazione è anche socia di Aerexpo, il parco della scienza che alla fine del 2018 ha completato la ristrutturazione.

Altri incarichi[modifica | modifica wikitesto]

È professore al MBA Program della SDA Bocconi School of Management e professore a contratto di Finanza alla Bocconi di Milano e alla Cà Foscari di Venezia. È stato professore a contratto presso l'Università Carlo Cattaneo (LIUC) di Castellanza (Varese) dal 2004 al 2011 nell'ambito del master in Merchant Banking.[5]

Membro del Comitato scientifico della Fondazione Aristide Merloni[12] è stato residente della “Commissione Tecnica per la Finanza" di ABI (Associazione Bancaria Italiana) dal 2006 al 2007, consigliere di Borsa Italiana dal 2001 al 2007, di MTS (European Bond Exchange) dal 2001 al 2006, di EuroMTS dal 2002 al 2006 e di ISDA (International Swaps and Derivatives Association) dal 2006 al 2007, consigliere AIFI (Associazione Italiana Private Equity e Venture Capital) fino a maggio 2010 e, nel 2014, componente del Consiglio generale del private equity di AIFI.

Dal gennaio 2014 Gorno Tempini è anche componente del Comitato Scientifico del Collegio Internazionale Ca' Foscari e dello Strategic Board Fondazione Ca' Foscari. Ha fatto parte del consiglio d'amministrazione del Collegio San Carlo di Milano.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

È stato nominato "Uomo dell'anno" per l'Italia dell'energia 2012 da parte di Staffetta Quotidiana e Fondazione Energia[13].

Polemiche[modifica | modifica wikitesto]

In un documento sulle dichiarazioni patrimoniali e reddituali rese dai titolari di cariche elettive e direttive di alcuni enti, a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi dell'art. 12 della legge 5 luglio 1982 n. 441,[14] risulta che il manager abbia ricevuto nel 2010, redditi annui pari a 1.925.997 euro suscitando qualche polemica.[15] Questa cifra si riferisce tuttavia ai redditi (stipendio + liquidazione) che Gorno Tempini ha percepito soprattutto nell'ambito dell'attività esercitata quell'anno nel settore privato (fino al maggio 2010 ha lavorato in Mittel). Come infatti emerge dal bilancio 2013 della Cassa depositi e prestiti, pubblicato sul sito internet della società[16], lo stipendio del manager (emolumenti per la carica e bonus) è stato pari a circa 820.000 euro annui lordi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. Da Il Giornale, 15 settembre 2016 "Arriva Gorno Tempini Per Fondazione Fiera sfide Portello e Arexpo"
  2. Da "LUISS - Organi di governo" "LUISS - Organi di governo"
  3. Da Aziendabanca.it, 19 settembre 2016 “Giovanni Gorno Tempini entra in Partners”
  4. Assonime.it - Giunta
  5. 5,0 5,1 Giovanni Gorno Tempini, in Partners. URL consultato il 22 novembre 2018.
  6. Da Giornale di Brescia dell'8 giugno 2010 "Gorno Tempini, un banchiere puro per la nuova cassa depositi e prestiti"
  7. Da Asca, 8 agosto 2011 "Cdp: prima riunione cda Fondo Strategico Italiano"
  8. 8,0 8,1 8,2 8,3 Giovanni Gorno Tempini, da Brescia agli stand, su ilfoglio.it, 1 maggio 2017. URL consultato il 21 novembre 2018.
  9. Giorgio Dell'Arti, Massimo Parrini, Catalogo dei viventi, op.cit., p. 880
  10. Alessandra Puato, Consigli (non richiesti) agli statalisti, L'Economia del Corriere della Sera, 27 agosto 2018, p. 7
  11. Fondazione Fiera Milano, 155 milioni da Bei e banche per il piano industriale, su ilgiornale.it, 14 ottobre 2018. URL consultato il 21 novembre 2018.
  12. Da Ansa del 24 luglio 2016, "Letta presidente Comitato Fond. Merloni"
  13. Da Staffetta quotidiana del 22 dicembre 2012 "Gorno Tempini, uomo dell'anno"
  14. Governo, Redditi, cariche elettive: pubblicato bollettino, Sicilianews24.it, 16 luglio 2012. (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2013).
  15. Paperoni di Stato, ecco le dichiarazioni dei redditi dei manager pubblici, Il Fatto Quotidiano, 21 luglio 2012.
  16. Cassa depositi e prestiti: Relazione Finanziaria Annuale 2013

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Dell'Atri, Massimo Parrini, Catalogo dei viventi, Venezia, Marsilio Editori, 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Tema(i) : biografie economia università

Altri articoli dei temi biografie E economia : Massimo Tortorella, Economisti, Elisabetta Ripa, Luigi Beretta Anguissola, Franco Manna, Marco Zoppi, Gianfranco Domenighetti

Altri articoli dei temi biografie E università : Fabrizio Frigerio, Iginio Sciacchitano, Professori all'Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio", Geoffrey Hull, Hervé Cavallera, Nicolas Guilhot, Rosanna Oliveri

Altri articoli del tema biografie : Alessandro Sibilio, Jack Radcliffe, Geoffrey Hull, Umberto Provana di Collegno, Nunzio Giuliano, Haydee Borelli, Omar Ayuso

Altri articoli del tema economia : Luigi Beretta Anguissola, Franco Manna, Previdenza sociale, Motorparts, Claudio Andrea Gemme, Incumbent, Elisabetta Ripa

Altri articoli del tema università : Centro d'Informazione Stampa Universitaria, Collegi universitari in Italia, Fabrizio Frigerio, Universitas Studiorum Editrice, Vincenzo Sanasi D'Arpe, Professori all'Università degli Studi di Parma, Iginio Sciacchitano




Questo articolo wiki "Giovanni Gorno Tempini" è da Wikipedia