Welcome to EverybodyWiki ! Nuvola apps kgpg.png Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article like a company page or a bio (yours ?)...

Funeral doom metal

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.
Jump to navigation Jump to search


Funeral doom metal
Origini stilistiche Death doom metal
Doom metal
Dark ambient (alcuni gruppi)
Origini culturali Finlandia negli primi anni novanta
Strumenti tipici Chitarra
Basso
Tastiera
Batteria
Popolarità Genere poco popolare e di difficile ascolto.
Generi derivati
/
Generi correlati
Doom metal
Death metal
Death doom metal
Drone metal
Categorie correlate

Gruppi musicali funeral doom metal · Musicisti funeral doom metal · Album funeral doom metal · EP funeral doom metal · Singoli funeral doom metal · Album video funeral doom metal

Il funeral doom metal è un sottogenere musicale del doom metal. Nasce in nord europa(prevalentemente in Finlandia[1]) agli inizi degli anni novanta come estremizzazione del death doom[2]. È caratterizzato da tempi lentissimi, da melodie malinconiche, spettrali o angosciose e da un estremo minimalismo, con lunghi e ripetitivi riff di chitarra distorta, volti a trasportare l'ascoltatore in una dimensione ipnotica[1][3][4].

Lo stile vocale utilizzato è prevalentemente il grunt[5], una variante estremamente profonda del growl adatta a rappresentare una voce dall'oltretomba; anche il growl tradizionale è comunque usato[1]. Alcune band utilizzano anche le tastiere, specialmente per emulare strumenti come l'organo a canne (su tutti gli Skepticism) e sostenere le chitarre con un tappeto melodico malinconico e funereo. Altre band, come i norvegesi Funeral, hanno incorporato nel proprio sound elementi dark ambient o voci femminili angeliche/spettrali per rafforzare le atmosfere cimiteriali della propria musica.[6]

I temi trattati sono la morte, la solitudine, la depressione ed i problemi esistenziali, ma anche tematiche astratte ed oniriche, oppure fantastiche (molti gruppi, come i padri fondatori Thergothon, si richiamano ai racconti di H.P Lovecraft) o ancora mistiche.

Il funeral doom metal genera un'atmosfera molto suggestiva, cupa, triste e deprimente[7], oltre che notevolmente pesante, considerando che la durata di un brano può giungere a 10-25 minuti, se non mezz'ora. Le band del genere, infatti, trasportano l'ascoltatore attraverso album lunghi oltre 50 minuti, per ottenere una sensazione di stasi, di abbandono e totale sospensione del tempo[8].

La storia e i gruppi[modifica | modifica sorgente]

I precursori (anni '80-'90)[modifica | modifica sorgente]

Il funeral doom metal affonda le proprie radici in gruppi come Asphyx, Winter, Decomposed e Dusk, tutti ascrivibili al death metal, ma fondamentali per la nascita delle deviazioni estreme del doom. In modo particolare in Into Darkness dei Winter si raggiungono momenti di lentezza impressionante, già completamente ascrivibili al funeral-doom metal, anche se al tempo (1990) non si parlava ancora di doom estremo o death-doom.[9] Il primi demo dei Thergothon presentano ancora sonorità legate al death-doom metal pur contenendo già i riff che torneranno in Stream from the Heavens. A metà strada fra il funeral propriamente detto e il death-doom si possono elencare band come i Disembowelment e gli Unholy.

Le origini (anni '90)[modifica | modifica sorgente]

La triade basilare del funeral doom metal nordico (la scandinavia, e in particolar modo la Finlandia, sono universalmente ritenuti la patria del genere[10][11]) è composta da tre dischi: Stream from the heavens dei Thergothon, Storwcrowfleet degli skepticism e Tragedies dei Funeral[12].

Stream from the Heavens è il disco fondatore del genere,[13][14] Stormcrowfleet l'album che ne definì in modo più preciso i canoni[15], mentre dai Funeral il genere trae il proprio nome.

Fondamentali furono tuttavia altre band non scandinave, in particolar modo gli inglesi Esoteric e i franco-tedeschi Worship. Questi gruppi proponevano un sound ancora più opprimente rispetto alla scena scandinava: in questa, infatti, fondamentale era anche la creazione di una atmosfera maestosa, eterea ed in qualche modo malinconica; al contrario, Esoteric e Worship volevano esclusivamente suscitare emozioni di angoscia nell'ascoltatore[16], determinando molti importanti sviluppi successivi del genere.

È importante ricordare che nessuna di queste band definiva se stessa come "funeral doom", in quanto il termine è entrato in auge solo negli anni '00[15]. Si trattava di band dedite ad un suono del tutto estremo ed inclassificabile, quasi sconosciuto persino agli appassionati dell'underground, tanto che i Thergothon si sciolsero subito dopo la pubblicazione del loro unico full-lenght che non ebbe praticamente mercato.

Periodo recente (anni '00-'10)[modifica | modifica sorgente]

L'esplosione del funeral doom metal come genere autonomo avviene negli ultimi anni novanta, con l'emergere di band come Evoken e Nortt che raccolsero intorno a sè una nicchia di appassionati, affascinata dalle atmosfere cimiteriali ed ipnotiche che questa musica era in grado di generare. I dischi dei pionieri anni '90 vennero riconosciuti come capolavori del genere ed album di culto, mentre emersero molte nuove band oggi ritenute fra i classici del genere. Fra queste sono da citare: gli Shape of Despair, gruppo capitanato da Pasi degli Amorphis[17], che rappresentano una delle realtà maggiormente conosciute di questa scena; gli australiani Mournful Congregation, una delle band più longeve all'interno del genere; e i belgi Pantheist.

Sulla scia degli Shape of Despair vale la pena di ricordare i russi Comatose Vigil, inizialmente conosciuti sotto il nome di Subhuman Abstract[18] e gli Ea, band avvolta totalmente nel mistero ( i nomi dei componenti e la loro provenienza sono tuttora un'incognita, così come non si dispone dei testi delle loro canzoni, che si afferma essere scritti in lingue morte come l'accadico e il babilonese[19]). Questi ultimi ad un funeral doom opprimente hanno unito una discreta componente ambient.

Sono avvenute frequentemente commistioni con altri generi, come il dark-ambient (vedi ad esempio Until Death Overtakes Me[20], Grívf o Austerity) o il black metal (vedi ad esempio Nortt).

Attivi da qualche anno sono gli Officium Triste, band dedita ad un Doom/Funeral doom con vene melodiche e con uso[21], specialmente negli ultimi lavori, di voce pulita alternata ad un cupo e cavernoso growl. L'appartenenza di questa band al genere è, comunque, oggetto di dispute fra fan e critica, in virtù di alcuni lavori, soprattutto i primi, relativamente più orientati verso il doom metal più classico[22].

Sviluppi e deviazioni[modifica | modifica sorgente]

Alcune band che stanno ricevendo un notevole successo nel panorama underground sono i finnici Tyranny[23][24] e il loro progetto parallelo Wormphlegm[25], particolarmente estremo e additato come inventore di un ulteriore sottogenere di funeral doom, il "torture doom".

All'interno dei circoli più essenzialmente underground, il germogliare dell'attività di musicista polistrumentista della figura di SP White in Gran Bretagna, ha portato alla nascita e allo sviluppo del progetto degli Uncertainty Principle, attualmente abbandonato. Circondato da un fitto alone di mistero, questa one-man band, tuttavia, non ha incontrato ostacoli in campo creativo, a tal punto che, sebbene gli scarsi consensi, si è rivelata piuttosto prolifica e con uno stile musicale assai eclettico, che alle atmosfere oscure del funeral doom unisce altri generi quali il drone doom e l'industrial.

Recentemente si sono fatti notare, per le innovazioni portate al genere, anche gli Ahab. Questa band tedesca, grazie al massiccio utilizzo dell'effetto del riverbero sulle chitarre, riesce a riprodurre un'atmosfera che ricorda l'oceano e tutti i suoi suoni e rumori. Tutto questo, unito al fatto che nei loro testi parlano sempre di temi legati al mare, come nel loro debut The Call of the Wretched Sea, che è un concept che gira attorno al romanzo Moby Dick, o come nel loro secondo album The Divinity of Oceans, sempre un concept che racconta del naufragio della baleniera Essex, li ha portati ad auto definire il loro genere come "Nautik funeral doom metal". Inoltre, soprattutto nel loro secondo lavoro, hanno aggiunto anche sonorità death doom, con alcuni sprazzi di "velocità" e doppio pedale di batteria, e un sound più "progressive", aggiungendo molti spunti melodici e acustici alla rudezza tipica del funeral doom.

Esiste una ridottissima quantità di band che non fanno uso del growl/grunt ma solo delle cosiddette "clean vocals" ("voci pulite", ovvero canto tradizionale), proponendo dunque un sound relativamente più arioso, che però rimane sempre nei canoni cupi e pesanti del funeral doom. Gli esempi principali (entrambi provenienti dalla Norvegia) sono i Fallen, che presentano una voce maschile, e gli Skumring, che presentano una voce femminile. Altre band del filone sono i tardi Lethian Dreams e gli Omit. A confine fra death-doom e funeral-doom si situa la demo 97 dei Funeral (mentre l'album In Fields of Pestilent Grief vira più chiaramente verso il gothic/death-doom). Altre band come i The Wounded Kings sono più difficilmente classificabili, perché pur possedendo ritmi talvolta molto lenti, utilizzano un sound più riferibile all'heavy doom.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. 1,0 1,1 1,2 Doom-metal.com, su www.doom-metal.com. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  2. Copia archiviata, su dawnofsadness.com. URL consultato il 6 novembre 2007 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2008).
  3. Metal Hammer n° 12/2008 pag. 72
  4. Urban Dictionary: funeral doom
  5. Tragedies - Review by carlnyc - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives, su www.metal-archives.com. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  6. Funeral - Tragedies - Reviews - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives, su www.metal-archives.com. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  7. Doom-metal.com: The Doom-metal FAQ Archiviato il 25 marzo 2010 in Internet Archive.
  8. Doom-metal.com, su www.doom-metal.com. URL consultato il 14 gennaio 2017.
  9. Recensione Winter - Into Darkness - Metallized.it, in Metallized.it. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  10. (EN) Doom-metal.com, su www.doom-metal.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  11. CoC : Rant : Doom Metal: The Gentle Art of Making Misery, su www.chroniclesofchaos.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  12. Thergothon - Stream from the Heavens (1994), su heavenofheavymetal.blogspot.it. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  13. Stream from the Heavens - Review by absurder21 - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives, su www.metal-archives.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  14. Thergothon | Stream from the Heavens | RockLine.it, su www.rockline.it. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  15. 15,0 15,1 Skepticism interview (11/2008) - Metal Storm, su www.metalstorm.ee. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  16. Last Tape Before Doomsday - Review by Onirium - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives, su www.metal-archives.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  17. Shape of Despair - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives, su www.metal-archives.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  18. Comatose Vigil - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives, su www.metal-archives.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  19. Ea - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives, su www.metal-archives.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  20. (NL) Until Death Overtakes Me, su Discorder.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  21. Recensione: Reason - Officium Triste, in TrueMetal. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  22. Officium Triste - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives, su www.metal-archives.com. URL consultato il 20 gennaio 2017.
  23. Doom-metal.com: Reviews - Tyranny Archiviato il 22 novembre 2008 in Internet Archive.
  24. Encyclopaedia Metallum - Tyranny (Fin)
  25. Encyclopaedia Metallum - Wormphlegm


Tema(i) : metal



Altri articoli del tema metal : Depressive black metal, Guus Eikens, Casey Grillo, Malignant Eternal, Synthetic Breed, Crash Alley, Forgotten Woods




Questo articolo wiki "Funeral doom metal" è da Wikipedia The list of its authors can be seen in its historical and/or the page Edithistory:Funeral doom metal.



Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !