Welcome to EverybodyWiki ! Nuvola apps kgpg.png Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article like a company page or a bio (yours ?)...

Francesco Zani

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.
Jump to navigation Jump to search

Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Francesco Zani fu un Generale del Regio Esercito durante la seconda guerra mondiale ricordato per il suo ruolo nel corso dell'occupazione italiana in Montenegro e Croazia.

Carriera[modifica]

Entrato giovanissimo in Accademia a Modena nel 1902, ne uscì sottotenente di fanteria il 7 settembre 1905. Partecipò alle guerre italo turca e italo austriaca con grandi riconoscimenti al valore.

Da Colonnello, grado indossato il 1° marzo 1929, fu comandante del 6° reggimento di fanteria Aosta, a Palermo nel biennio 1934/1936. Dal 1° gennaio 1937, promosso Generale di Brigata, fu Vice Comandante della 17ª Divisione di Fanteria "Rubicone" a Forlì e, dal 1938, fu addetto al Corpo d'Armata di Bologna, per incarichi speciali sino al 1° settembre 1939 quando, promosso divisionario il 19 settembre, divenne Comandante della 18^ divisione di fanteria Messina con sede a Pesaro. Allo scoppio della guerra (10 giugno 1940) si trovava in tale comando e s'imbarcò per l'Albania il 4 aprile 1941 alla testa della detta Divisione.

All'atto dell'inizio delle ostilità contro la Iugoslavia (domenica 6 aprile 1941), il Generale Zani, al comando della 18^ Divisione di Fanteria Messina, proveniente dall'Albania occupò in breve tempo tutta l'area di Cattaro, entrandovi il 17 aprile successivo e rimanendovi in loco con compiti di presidio. Qui, il 22 aprile, per indecisione, non sebbe catturare un sommergibile inglese (il Regent), ormeggiato in rada, incaricato nel tentativo d'imbarcare l'ambasciatore britannico a Belgrado.

Successivamente, il 19 maggio 1941, passò al comando della 23^ Divisone di Fanteria Ferrara, sempre mantenendo il presidio nelle aree in prossimità di Mostar sino all'8 febbraio del 1943. Il 25 febbraio seguente ottenne il comando della 12^ Divisione di Fanteria Sassari che guidò nel rientro in Patria dalla Croazia nel seguente mese di aprile. La Divisione, ai suoi ordini, che aveva subito rilevanti perdite nel biennio 1941/1943, fu interamente ristrutturata e motorizzata secondo lo schema delle Grandi Unità modello 1943 e posta quale guarnigione di Roma, con prioritario impiego per esigenze di sicurezza ed Ordine Pubblico nella Capitale.

All'atto dell'armistizio la Divisione Sassari si dissolse ed il generale Zani riparò ad Osimo per rientrare poi nel novembre a Bologna, dove risiedeva la famiglia, aderendo a locali formazioni partigiane garibaldine sino alla liberazione della città, il 21 aprile 1945.

Nel dopoguerra fu posto in congedo e incluso tra i criminali di guerra ricercati dal Governo iugoslavo, che ne richiese, senza esito, l'estradizione.


Tema(i) : biografie Seconda guerra mondiale

Altri articoli dei temi biografie E Seconda guerra mondiale : Personalità italiane della seconda guerra mondiale

Altri articoli del tema biografie : Politici del Partito Democratico (Italia), Paolo Bocus, Karrar Mohammed Al-Zuhair, Michael Buckley, Alexander di Svezia, Stefania Andriola, Omar Malik

Altri articoli del tema Seconda guerra mondiale : Italia nella seconda guerra mondiale, Veicoli militari della seconda guerra mondiale, Veicoli militari statunitensi della seconda guerra mondiale, Forze armate della seconda guerra mondiale, Vittorio Zatti, Veicoli militari italiani della seconda guerra mondiale, Veicoli militari tedeschi della seconda guerra mondiale




Questo articolo wiki "Francesco Zani" è da Wikipedia The list of its authors can be seen in its historical and/or the page Edithistory:Francesco Zani.



Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !