Welcome to EverybodyWiki ! Nuvola apps kgpg.png Sign in or create an account to improve, watchlist or create an article like a company page or a bio (yours ?)...

Astrologia contemporanea occidentale

Da EverybodyWiki Bios & Wiki.
Jump to navigation Jump to search


Bracken House - Londra
Esempio grafico di nascita per usi astrologici

Per astrologia contemporanea occidentale si intende una evoluzione post-classica dell'astrologia tradizionale, dovuta ad una serie di personaggi e dottrine che hanno contribuito ad una modernizzazione culturale della materia astrologica[1][2][3][4][5]. Superando i paradigmi, i dogmi e la fede della tradizione, l'astrologia contemporanea non considera la previsione del futuro una finalità dell'astrologia, concetto tra l'altro affrontato da Lisa Morpurgo nel suoi trattati di astrologia dialettica: «[...] la divinazione, come tentativo di svelare un possibile futuro non esiste; poiché il futuro non è possibile, ma è; non si presta a divinazione, ma a conoscenza [...]».[6] La pagina Modulo:Chiarimento/styles.css è priva di contenuto.Il futuro diventa proiezione, e l'astrologia un sistema di decodificazione del mondo fenomenico umano, attraverso il linguaggio simbolico tradotto, secondo diverse scuole di pensiero, anche in linguaggio mitologico, da cui derivano analogie, deduzioni, corrispondenze significative.[non chiaro]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questa importante evoluzione è stata possibile anche grazie all'avvento della psicologia del profondo, secondo le intuizioni e scoperte di Carl Gustav Jung che, nel caso dell'astrologia, affermava «Il fatto che l’astrologia tuttavia fornisce risultati validi prova che non sono le apparenti posizioni degli astri che operano, ma piuttosto i tempi che vengono misurati oppure determinati da posizioni astrali arbitrariamente determinate. Perciò il tempo risulta come un flusso di eventi carico di qualità e non come una concezione astratta o una condizione della conoscenza, come vorrebbe la nostra filosofia.» (lettera del 29 gennaio 1934 indirizzata al dottor Baur di Zurigo.[7][8]

Carl Gustav Jung

Carl Gustav Jung sull'astrologia afferma che «[...] probabilmente esiste qualche collegamento, nell'inconscio dell’uomo, con – si potrebbe dire – l’Universo. Ci deve essere qualcosa nell'uomo che è universale; in caso contrario egli non avrebbe potuto fare una proiezione simile, non potrebbe leggere se stesso nelle costellazioni più remote. Non si può proiettare qualcosa che non si possiede; qualsiasi cosa si proietti in qualcun altro è dentro di sé, si trattasse pure del diavolo stesso. Il fatto che proiettiamo qualcosa nelle stelle significa quindi che possediamo qualcosa che appartiene anche alle stelle. Facciamo veramente parte dell’universo. Giacché si fa parte del cosmo, qualsiasi cosa si faccia dovrebbe essere in armonia con le leggi del cosmo stesso» (C. G. Jung, Visioni. Appunti del Seminario tenuto negli anni 1930-1934 p. 692, Magi edizioni),

Liz Greene

Un importante contributo nella corrente contemporanea dell'astrologia è stato dato da André Barbault, considerato il più celebre riferimento in occidente della cultura astrologica. L'autore nel testo "In Connaissance de l’astrologie" (La scienza dell’astrologia) esprime la sintesi del proprio pensiero sull'essenza psicologica dell'astrologia: «[...] ciò che la carta del cielo di nascita rispecchia non è un qualsiasi concorso di energie celesti che viene ad influenzarci dall’alto, ma solo un riflesso del mondo delle nostre tendenze, che proviene dalle nostre predisposizioni interiori. Così non è il fatto di nascere in un dato momento a determinare la struttura dell’essere umano […] Occorre invece ribaltare la proposizione: è questa struttura umana originaria a “richiamare”, a richiedere una condizione celeste in grado di rifletterla. Insomma, si può dire che non si è come si nasce, ma si nasce come si è… almeno se lasciamo fare alla natura. […] Nell’universo in cui l’Uno è coestensivo al tutto ed il tutto converge nell’Uno, non si stabilisce – tra l’astro e l’uomo – una successione di cause e di effetti; al contrario, l’uno e l’altro sono compresi in una simultaneità globale, essendo un tutto unico il rapporto tra l’esterno astronomico e l’interno umano[9]

In alcuni studi moderni, l'Astrologia è osservata come fenomeno culturale che trascende i soli aspetti astronomici entrando più in un fenomeno religioso, come testimoniato dallo studioso e filosofo Ernst Jünger, vincitore del Premio Goethe per la capacità di analisi dei fenomeni moderni, che in un suo celebre testo afferma che "l'astrologia sussiste come fenomeno sociale e culturale in quanto tentativo di scandagliare il mondo a una profondità che nessun pensiero, nessun telescopio mai potrà attingere", concludendo che l'astrologia è più vicina alla religione che alla scienza conferendo alla materia un valore più umanistico.[10]

Stephen Arroyo nel suo celebre testo "Astrologia, karma e trasformazione" pubblicato negli anni '70 afferma che l'astrologia funziona con livelli di coscienza e dimensioni di esperienza che vanno ben oltre la capacità di comprensione della mente logica condizionata dalla terra; secondo l'autore l'astrologia è una materia che funziona e sviluppa il processo intuitivo individuale. Donna Cunningham ha contribuito all'evoluzione dell'astrologia contemporanea con approfondimenti sul Tema Natale Individuale, osservato non come carta della personalità o del carattere umano, ma come totem e complesso mandala che, simbolicamente, intende rappresentare la nostra venuta al mondo, attraverso cui l'individuo può creativamente lavorare su stesso, nel suo processo evolutivo.

L'astrologia contemporanea ha raggiunto in Europa un momento di massima culminazione nel 1948 quando fu fondata a Londra la Facoltà di Studi Astrologici (FAS) da John Addey, oggi ancora operativa, che ha conferito un titolo di laurea ad oltre 10.000 studenti in tutto il mondo. Da questa università si sono formati personaggi come Liz Greene, Howard Sasportas, Melanie Reinhart, Robert Hand, adottando l'astrologia come strumento e metodo di lettura del mondo fenomenico individuale e collettivo. L'astrologia oggi rappresenta una specifica nicchia culturale e in alcune sue ramificazioni moderne è a tutti gli effetti definibile come corrente intellettuale.

Linguaggio deduttivo, analogie e fenomeni astronomici nell'astrologia contemporanea moderna[modifica | modifica sorgente]

Negli approcci moderni dell'astrologia, i fenomeni astronomici descrivono nella volta celeste una serie di eventi che trascritti nella carta di nascita individuale intendono simboleggiare il fenomeno celeste, affrontato poi in chiave umanistica e simbolica, così il tramonto o l'alba, il mezzogiorno o la mezzanotte, inscritti nel grafico di nascita individuale, diventano fenomeni si astronomici ma dotati di un significato simbolico, che tradurranno attraverso il linguaggio deduttivo e delle analogie una serie di informazioni creative sulla persona[11][12][13]. L'avvento della psicologia junghiana ha dato alla comunità astrologica moderna l'incipit ad una profonda rivoluzione del pensiero astrologico, nella sua metodologia, cominciando a superare il concetto di influsso degli astri e iniziando a vedere nella meccanica celeste un linguaggio legato più alla sincronicità e al simbolo, in quella che oggi è definita astrologia ad approccio umanistico e psicologico [14][15][16][17][18][19] [20].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. Theodor W. Adorno, Stelle su misura. L'astrologia nella società contemporanea.
  2. Alberto Raúl Bellsolá, Norbert Pakula, Astrologia Contemporanea.
  3. André Barbault, Dalla Psicoanalisi All'astrologia.
  4. Antonio Cangelosi, Astrología contemporánea.
  5. Riccardo Garbarino, Simboli e archetipi dell'inconscio. Manuale di astrologia moderna.
  6. LA ROTTA DI ULISSE, su www.larottadiulisse.it. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  7. Jung, Letters, p. 137.
  8. JUNG: QUALE ASTROLOGIA, su www.convivioastrologico.it. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  9. ANDRÉ BARBAULT: UN GIGANTE DELL’ASTROLOGIA CONTEMPORANEA di Enzo Barillà (Articolo apparso sul n. 48 - ottobre 2001 - della rivista “Ricerca ‘90”) (PDF), su enzobarilla.eu.
  10. Ernst Jünger, Al muro del tempo.
  11. Theodor W. Adorno, Stelle su misura. L'astrologia nella società contemporanea.
  12. Antonio Cangelosi, Risultati di ricerca Astrología contemporánea.
  13. Ennio Dinacci, ‎Ornella Terisani, Psicologia e astrologia.
  14. Lidia Fassio, I nostri simboli interiori. Introduzione all'astrologia.
  15. Conti Silvana, ‎Lombardo Lelia, Astrologia umanistica.
  16. André Barbault, André Barbault parla. Piccola antologia.
  17. Luca Falace, Risultati di ricerca Astrologia Umanistica: Come Conoscere Se Stessi.
  18. Umberto Carmignani, ‎Simone Bongiovanni, Astrologia archetipica.
  19. Nicolò J. Di Salvo, Dialettica dell'astrologia. Principi di coscienza archetipica.
  20. Nicola Sementovsky-Kurilo, Astrologia e psicologia.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gerhard Adler in collaboration with Aniela Jaffé (a cura di), Carl Gustav Jung Letters, Vol. 1, Londra, Routledge & Kegan Paul, 1973.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

La pagina Modulo:Navbox/styles.css è priva di contenuto.

Errore Lua in Modulo:Wikidata alla linea 443: attempt to index field 'wikibase' (a nil value).

Tema(i) : astrologia divinazione

"Article ?" contains a listed "?" character as part of the property label and has therefore been classified as invalid.



Questo articolo wiki "Astrologia contemporanea occidentale" è da Wikipedia The list of its authors can be seen in its historical and/or the page Edithistory:Astrologia contemporanea occidentale.



Compte Twitter EverybodyWiki Follow us on https://twitter.com/EverybodyWiki !